Perché iscriversi al nostro Concorso?

La valutazione dei campioni viene effettuata da apposite commissioni internazionali a maggioranza di commissari esteri ed enologi, oltre ad esperti assaggiatori, sommelier, importatori, buyer e giornalisti con comprovata esperienza.

Il vino viene valutato con assoluto rigore, in maniera anonima e secondo le direttive dell’OIV, in modo che il degustatore non sia influenzato da fattori come l’etichetta o il nome dell’azienda.

A fronte di un costo d’iscrizione molto competitivo, l’azienda ha una valutazione obiettiva e non influenzata del proprio prodotto. Partecipare ad un concorso enologico certificato può essere anche un buon test per capire il posizionamento dei propri prodotti. Il vino infatti viene servito in modo anonimo, all’interno di serie di degustazione omogenee, per provenienza o per tipologia o per vitigno.

Quindi, se un vino riesce a ottenere un riconoscimento, vuol dire non solo che è di qualità ma che anche il suo posizionamento commerciale è centrato.

Le piccole e medie aziende vitivinicole grazie al concorso possono competere con i grandi brand grazie alla visibilità e al ritorno d’immagine, dal canto loro le cantine affermate possono consolidare ulteriormente il loro valore.

La possibilità di entrare nella rete di Città del Vino ed avere visibilità grazie ai nostri canali digitali (Sito Web di Città del Vino, Sito web del Concorso, Rivista Terre del Vino, canali social, newsletter)

Con l’assegnazione dei riconoscimenti (Gran Medaglia D’Oro, Medaglia Oro, Medaglia d’Argento) si ottiene un attestato di qualità grazie al quale è possibile promuovere e valorizzazione il proprio vino